26 febbraio 2018

L’ARTE MOTOCICLISTICA DI CRAIG RODSMITH

Australiano di origine, vive a Lake County e ama Moto Guzzi

Australiano di origine, vive a Lake County. Sin dagli anni ‘70 customizza motociclette. Ama Moto Guzzi, cui dedica la sua creazione preferita su base Eldorado del 1969, trasformata in dustbin racer. “Una moto con l’anima”.

Le sue motociclette special realizzate a mano, una per una, attraversano le strade del Nord America e del mondo da decenni. Craig Rodsmith è costruttore, customizzatore, designer e proprietario dell’atelier Rodsmith Motorcycles, a nord di Chicago, nella contea di Lake, Illinois. Craig è nato a Melbourne, in Australia, ma da tempo vive e lavora negli States. Da bambino ha personalizzato tutto ciò su cui poteva mettere le mani. Ha iniziato con il suo BSA del ‘57 quando aveva 12 anni. Ha una vasta esperienza pratica in vari campi: progettazione, design, modellazione, meccanica, elettronica.

Ha costruito e firmato innumerevoli “capolavori”, dalle moto alle auto, dalle tradizionali a quelle più radicali. Soprattutto, è specializzato nella lavorazione e modellatura del metallo: Craig è capace di realizzare una moto customizzata dall’inizio alla fine e nessuna delle sue moto sarà mai uguale ad un’altra. Lui ammette di avere una vera ossessione per rendere ogni sua creazione un’opera d’arte motociclistica e una grande passione per cafe racers, bobber, choppers.

Le Moto Guzzi le conosce bene: di loro ama tutto, dallo stile al sound inconfondibile del motore, e sa che le belle moto italiane dal 1921 sono costruite ininterrottamente nello stabilimento di Mandello del Lario; negli ultimi anni, vari esemplari sono entrati nell’officina di Craig uscendone moto uniche e specialissime. La sua più recente creazione su base Moto Guzzi Eldorado del ’69 è anche la sua preferita (chiamata “Margerie”) perché, dice, “è una moto con l’anima”: Craig l’ha trasformata in una superba e luccicante dustbin racer, applaudita da pubblico ed esperti nelle esposizioni e nei festival di settore, come The Hand Built Motorcycle Show di Austin, in Texas.

L’anno scorso Craig, con altri tre customizzatori, è stato protagonista del Moto Guzzi “V9 Custom Builder Project” lanciato da Moto Guzzi Americas, che aveva messo a loro disposizione Moto Guzzi V9 di serie da “trasformare” con arte e maestria.

Nella gallery, ecco anche la Roadsmith’s Turbo Moto Guzzi V9 Retro Cafè Racer firmata da Craig, esposta al recente International Motorcycle di Chicago (IMC, 9-11 febbraio 2018), nello stand di Piaggio Group Americas.

(Fonte: Wide Magazine)

le vostre Moto Guzzi custom



trova il tuo concessionario
in
il tuo paese

cerca
close